Emigrante

Per i post relativi all'immigrazione in UK pregasi cliccare "Inghilterra" nell'indice a destra, piccoli bambini speciali!

martedì 28 gennaio 2014

Un'altra testa di minchia totale

Ok, miei piccoli amici, ho trovato un altro parto anale da parte di una delle menti geniali che abbiamo esportato all'estero. Ogni volta che ho a che fare con gli italici emigrati a Londra mi domando come mai gli inglesi non abbiano dichiarato una Jihad per buttarci fuori dal Regno Unito. Seriamente, sembra che le peggiori teste di minchia italiane si siano messe d'accordo per andare a vivere a Londra e far fare una figura di merda a tutti gli italiani. Ecco un esempio:


Premetto che non leggo quel blog-fogna chiamato "il cazzo quotidiano". Se ho letto quell'articolo è solo grazie alla segnalazione di una delle mie fedeli soldatesse bestemmianti.

Iniziamo ad esaminare le tesi descritte dall'autore, probabilmente mentre stava spompinando amorevolmente Lexington Steele:


1. Girano solo con altri italiani. Sì, avete capito bene, se ne sono andati perché “basta degli italiani non ne posso più” e girano solo con italiani (i sardi poi girano solo coi sardi).
Caro il mio piccolo amico down, se fossi mai uscito dall'italia capiresti che ci vuole MOLTA padronanza di una lingua straniera per parlare di fatti personali. Se il tuo inglese non è ottimo puoi parlare di lavoro, ordinare da mangiare, ma avrai seri problemi quando dovrai parlare di faccende personali o quando vorrai scazzarti perché hai avuto problemi. Ci vogliono molti anni per imparare una lingua così bene da poter fare discorsi da amico.
I sardi sono un caso a parte, sappiamo bene che il loro dialetto è a tutti gli effetti un'altra lingua. Girano tra loro per non essere costretti a parlare italiano.

2. Sanno tutto dell’Italia, in particolare di Berlusconi e della sua vita sessuale. Se ne sono andati per non sentirne più parlare e poi evidentemente gli è venuta nostalgia.
La cultura e la cronaca di un paese straniero sono cose che richiedono anni per essere comprese e in molti casi sono cose di cui si fa tranquillamente a meno. Leggiamo la cronaca italiana perchè la capiamo e perchè abbiamo la speranza nascosta di leggere un titolo tipo: "GLI ITALIANI HANNO FINALMENTE TIRATO FUORI LE PALLE". Invece ci troviamo gli articoli-fogna come il tuo

3. Hanno freddo. Vivono in paesi in cui spesso non sorge nemmeno il sole. Stanno morendo di freddo, ma non lo ammetteranno mai. Mai.
Ma dioporco, cazzo dici? Qui ci sono venti gradi in meno, sempre se non vieni dalla montagna di Heidi. Non ho mai visto un meridionale che non ammettesse tranquillamente di indossare i "long john" e la maglia di lana del nonno dato che stava attassando dal freddo.
4. Mangiano da schifo. Pesce affumicato, wurstel, orsetti gommosi, patate fritte. I più fortunati trovano un asporto cinese o un kebabbaro. Cercano disperatamente una pizza decente, alcuni giurano anche di averla trovata. Ma stanno mentendo.
Ecco, su questo posso dare ragione. Il tipico "principino della casa" che si faceva servire dalle donne di casa e non sa neanche bollirsi un uovo ha difficoltà serie. In effetti, quelli così fanno una brutta vita, dato che si devono arrangiare col takeaway e i precotti. Gli altri cucinano e se la passano bene, gli ingredienti grezzi si trovano, costano poco e sono di buona qualità.

5. Fanno lavori del cavolo che in Italia non avrebbero mai fatto. Se ne sono andati al grido di “Non posso stare in Italia a pulire dei cessi, ho una laurea io!” e ora puliscono cessi a Nantes. Che vuoi mettere un cesso di Nantes contro un cesso di San Lazzaro di Savena!?
Questa è una cazzata disumana. Permettimi di spiegarti una cosa, dato che tu sei sicuramente un principino che non si è mai sporcato le manine in vita sua: lavare cessi in Francia è molto diverso dal lavare cessi in Italia per varie ragioni.
Primo, la paga e il tenore di vita sono immensamente superiori.
Secondo, sei in regola e hai i contributi per la pensione, mente un lavacessi italiano finirà a fare la fila alla Caritas appena non ce la farà più a lavorare.
Terzo, hai la possibilità di studiare e di crescere professionalmente, cosa impossibile in italia.
Quarto, godi di uno stato sociale (malattia, mezzi pubblici, efficienza burocratica e altro) che in italia non esiste, anche se fai un lavoro umile.
Quinto, fuori dall'italia tuo figlio potrà studiare in una scuola decente e avere un futuro, in italia no.
Inoltre, porcodio.

6. Fregano. Sì, proprio come gli italiani qua, non pagano il biglietto del tram, passano con il rosso, cercano in ogni modo di evadere le tasse. E si credono ancora più furbi perché anche se sono in un paese “serio” e “europeo” riescono a farla franca.
Eh, purtroppo questo è vero. Come dire, puoi levare il napos da Napulè, ma non puoi togliere Napulè dal napos. Ci sono tanti che vivono fregando il generosissimo sistema di welfare inglese, anche se sarebbero in grado di lavorare e spesso lo fanno (in nero). Che dirti? Diciamo solo che c'è una linea gratuita del DWP per denunciare anonimamente gli abusi e che tale linea ha ricevuto parecchie chiamate dal mio numero, con risultati molto piacevoli. Se iniziassi a usarla anche tu sarebbe un bene e di certo sarebbe più produttivo di te che scrivi articolacci su internet.
7. La nota più dolente. Non possono più tornare in Italia senza un senso di fastidio. Non tanto per il fatto di essere in un paese allo sbando, ma perché non potrebbero mai ammettere di aver scoperto di essere anche loro solo degli italiani.
No, provano un senso di fastidio perchè  trovano teste di cazzo paurose in giro, molte delle quali sputano sentenze sugli emigranti e sull'emigrazione



TAGS: Speraddio che non ti incontro per strada altrimenti ti affogo nel Tamigi

3 commenti :

  1. Mai letto così tante bestemmie in una lettura così piacevole.... complimenti. Mi piace il tuo stile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento, ma vedo che non ti sei neanche dato la pena di leggere le FAQ. Ogni commento deve contenere almeno un insulto o una bestemmia, altrimenti verra' considerato per la cancellazione. Per questa volta passi, in fondo io sono un buono, non certo come quel verme fottuto e smerdato che chiamate cristo! Pero' per favore la prossima volta considera le regole mentre posti.

      Elimina
  2. Dio maiale, è l'articolo migliore di sempre !

    RispondiElimina

Ma che cazzo vuoi? Chi sono secondo te, quel porco di cristo?